“… il violoncello solista, che rappresenta il basso continuo per l’intero concerto, Matteo Montanari, è un vero virtuoso …”
(14/5/2007) Corriere della Sera, Milano

Matteo Montanari è nato a Ravenna ed ha iniziato lo studio del violoncello all’età di 7 anni.
Nel 1996 ha conseguito il diploma sotto la guida del M° Berardi presso l’Istituto Musicale Pareggiato ‘G. Verdi’ di
Ravenna con il massimo dei voti. Nello stesso anno, esibendosi in un recital presso il Teatro Alighieri ha vinto il Premio Rotary ed una borsa di studio quale miglior studente diplomato dell’anno. Negli anni 1998 e 1999 ha partecipato ai Corsi di Alto Perfezionamento dell’Istituto Musicale Sammarinese sotto la guida del M° Marianne Chen.
Dal 1996 al 1998 ha seguito i corsi di musica da camera della Scuola di musica di Fiesole studiando tra gli altri con Quartetto Italiano, Amadeus Quartet, Trio di Trieste, Trio di Parma, Trio d’archi della Scala e ha proseguito lo studio del violoncello con Amedeo Baldovino, Giacinto Caramia e Andrea Nannoni.
Durante gli stessi anni ha ricoperto il ruolo di Primo Violoncello nell’Orchestra Giovanile Italiana, collaborando con prestigiosi direttori tra cui Riccardo Muti, Giuseppe Sinopoli e Luciano Berio.
Nel 1999, dopo aver collaborato per alcune produzioni con la Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, è stato scelto da Riccardo Chailly per ricoprire il ruolo di Secondo Violoncello con l’obbligo del Primo nella Orchestra Sinfonica di Milano ‘G. Verdi’ partecipando per 8 anni ad una intensa attività sinfonica, a Tour in Europa, Giappone e Sud America, collaborando con prestigiosi direttori tra i quali L. Maazel, V. Gergiev, R. Barshai, C. Hogwood, L. Slatkin, H. Blomsted, M. Rostropovich, F. Bruggen, L. Jia, V. Jurowsky, M. Honeck e C.P. Flor. Nel maggio del 2007 a seguito di un concerto presso l’Auditorium di Milano diretto dal M° H. Rilling dove è stato protagonista come violoncello solista, viene definito dalla critica del Corriere della Sera ‘un vero virtuoso’.
Dal settembre 2007 fino al 2009 ha collaborato in Spagna con la Orchestra Sinfonica di Tenerife ricoprendo occasionalmente il ruolo di Primo Violoncello.
Nel 2009 è rientrato in Italia ed ha collaborato con diverse formazioni orchestrali tra cui Symphonica Toscanini e
Accademia Nazionale di S. Cecilia.

Appassionato interprete di Musica da Camera, Matteo suona con svariate formazioni e spesso arrangia il repertorio in programma spaziando dal barocco alla musica contemporanea e a quella rock. Nel 2007, come membro del Cuarteto Atlantico, ha eseguito l’Ottetto di Mendelssohn in un tour nelle Isole Canarie insieme al Quartetto d’archi dei solisti della prestigiosa Filarmonica di Berlino.
Ha inoltre collaborato nell’ambito della musica Jazz e leggera con artisti del calibro di Andrea Bocelli, Michael Bublè, Luis Bacalov e Max Roach.
Ha inciso per Philips, RCA, Sony, Decca e Deutsche Grammophon. 

Matteo ha diverse esperienze di insegnamento. Nel 2006 a Milano è stata fondata ‘La Verdi per Tutti’, una orchestra amatoriale parte della Fondazione Sinfonica ‘G. Verdi’. Matteo ne è stato il tutor per le sezioni di Viola, Violoncello e Basso fino al 2007.
Spinto dal desiderio di condividere le esperienze maturate sul palcoscenico con le nuove generazioni meno fortunate, Matteo si è rivolto al Sud Est Asiatico, regione acerba ma avida nell’apprendimento della musica classica. Dal 2010 al 2011 ha assunto il ruolo di Direttore del dipartimento degli Archi presso il Conservatorio di Musica di Jakarta in Indonesia. Tra i suoi compiti, quello di coordinare il lavoro di tutti i docenti, di delineare e sviluppare i piani di studio, di insegnare individualmente allievi di violino, viola, violoncello e basso, di dirigere la orchestra di Archi della Scuola, di insegnare presso la sezione Universitaria della scuola le classi di Violoncello, Musica da Camera, Analisi musicale ed Educazione all’ascolto della musica classica ed infine di essere responsabile di tutta la attività artistica legata agli strumenti ad arco.
Nel 2013 ha fondato “Accademia Musicale Armonica” nella città di Surabaya, la prima scuola di musica in Indonesia ad adottare programmi e metodi di studio basati sui migliori standard educativi internazionali. Matteo ha approntato e pubblicato personalmente i testi di violino e violoncello usati nelle lezioni. Nel contempo ha proseguito nell’opera di divulgazione della musica classica in veste di concertista, arrangiatore, direttore artistico di svariate Istituzioni Musicali e direttore d’orchestra.

Il mio canale Youtube